Silent book
Libri

Silent book: i libri silenziosi privi di parole

Da definizione, il libro è un oggetto costituito da pagine, inchiostro e parole. Ed è proprio grazie alle parole, che è possibile immergersi nella lettura e scoprire le vicende della storia. Ma se a scorrere sulla carta fossero solo gli occhi, colpiti dalle immagini anziché dalle parole? È il principio dei silent book, libri silenziosi totalmente privi di lettere, raccontati solo attraverso illustrazioni e dettagli nascosti.

Le caratteristiche dei silent book

Un silent book ha la forma e la struttura di un qualsiasi libro. Ha una copertina, un titolo, un autore e delle pagine. La principale differenza è il suo modo di fare comunicazione. Per questo, all’interno, al posto delle parole si trovano solo illustrazioni e immagini. La storia non verrà quindi raccontata nella maniera tradizionale, ma illustrata.

Ogni silent book deve perciò presentare delle caratteristiche particolari, in modo da permettere al lettore di carpire ogni dettaglio della storia. Un libro silenzioso è ricco di immagini precise, piene di dettagli e ben collegate tra loro. Deve aver chiara la distinzione tra protagonisti e personaggi secondari, con un ritmo di lettura vivo e colmo di sorprese. Infine, deve possedere una trama delineata nei minimi particolari, e una fine in cui tutto si conclude con logica.

Come si legge un libro senza parole?

Ma come leggere un libro dove in realtà non c’è niente da leggere? Semplice: con la fantasia e un pizzico di logica. Il silent book si “legge” attraverso le sue immagini, in quanto ognuna racchiude un mondo intero. Non c’è un modo giusto o sbagliato di leggere questi libri. Ognuno può interpretarlo in maniera leggermente diversa, per questo il consiglio è lasciarsi guidare dalla propria empatia. Bisogna poi fare molta attenzione ai dettagli, sia dei personaggi sia degli scenari, poiché racchiudono informazioni preziose per la trama.

Libri silenziosi adatti a grandi e piccini

Lo scopo principale di un silent book è di abbattere le barriere linguistiche, stimolare l’immaginazione e lo spirito d’osservazione. Essendo privi di parole, sono libri perfetti per avvicinare i bambini al mondo della lettura. I piccoli, infatti, possono “leggerli” da soli, dando una loro interpretazione personale. Ma possono essere letti anche insieme agli adulti, che aiuteranno così i bambini a cogliere i dettagli più difficili.

Sul mercato e negli store online ci sono tanti silent book dedicati ai più piccoli. Ci ne sono, però, anche diverse storie rivisitate, adatte per i “grandi” che hanno voglia di mettersi alla prova.

Barbara Graneris
Nata a Torino, è giornalista, editor e scrittrice. Ha collaborato con alcune testate locali e pubblicato quattro romanzi d’amore. Ama leggere, la musica, Ed Sheeran, il sushi ed è una grande tifosa di calcio.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.