Boskov
LibriPagine da gustare

“Pallone entra quando Dio vuole”, la vita e gli aforismi di Vujadin Boskov

“Si dice che il football sia la cosa più importante delle cose che non contano davvero”. Così esordisce Aleksandra Boskov nella prefazione di “Pallone entra quando Dio vuole”. Il libro dedicato a suo papà Vujadin, ex calciatore negli Anni Sessanta e soprattutto ex allenatore con oltre trent’anni di carriera fino ai primi anni del nuovo millennio, scritto da Danilo Crepaldi.

Nel volume, l’autore ripercorre l’intera vita dell’uomo nativo di Novi Sad, cittadina della Serbia sulle rive del Danubio, attraverso le vittorie, i miracoli e gli aforismi che lo hanno consegnato alla leggenda. I racconti riportati nel libro, quasi tutti inediti, sono stati il frutto di chiacchiere informali che l’autore ha avuto con dei personaggi che hanno conosciuto Vujadin Boskov, scomparso nel 2014 all’età di 82 anni.

Nel libro numerosi racconti, aneddoti e testimonianze

I racconti riportati nel libro, quasi tutti inediti, sono stati il frutto di chiacchiere informali che l’autore ha avuto con dei personaggi che hanno conosciuto Vujadin Boskov. Da Borislav Vegezzi, nipote di Vujadin, alla signora Danica Boskov, sorella maggiore di mister Boskov.

Per poi passare ad ex calciatori allenati dal tecnico slavo come Srecko Katanec, Luca Pellegrini, Gianluca Pagliuca, Fausto Pari, Attilio Lombardo, Gianluca Vialli e Silvano Benedetti.

Sono presenti, inoltre, anche testimonianze ed aneddotti raccontati da Aldo Sensibile, collaboratore e grande amico di Vujadin all’Ascoli ed al Napoli, ed a suo figlio Pasquale Sensibile, ex dirigente fra le altre di Juventus e Sampdoria.

Le frasi celebri di Vujadin Boskov

Una sezione del libro, inoltre, è dedicata agli aforismi. Soprannominato “Zio Vuja”, il tecnico slavo si divertiva a far largo uso di ironia per smorzare le tensioni prima e dopo le partite.

Tra le più celebri sono presenti “Rigore è quando arbitro fischia”, “Dopo pioggia viene sole” e “Io penso che tua testa buona solo per tenere cappello”.

Ma anche “Chi non tira in porta non segna”, “Squadra che vince non si cambia”, “Rigore c’è quando arbitro dà” fino ad arrivare a “Pallone entra quando Dio vuole” che ha dato anche il titolo al libro.

La biografia dell’autore, Danilo Crepaldi

Ex portiere dilettante, come il padre ed il nonno, l’autore classe 1978 vive a Pralormo, in provincia di Torino. Nei suoi libri emerge una certa passione ed una certa conoscenza della storia del calcio balcanico e di quello sovietico. Il suo ultimo libro è “Storia di un campione triste: Oleksander Zavarov: una storia di calcio e Perestrojka” in cui racconta la storia dell’ex attaccante russo che in Italia vestì la maglia della Juventus alla fine degli Anni Ottanta.

Corrado Cagliero
Senior Journalist. Inizio l'esperienza giornalistica nel 1999, all'età di 22 anni, scrivendo articoli di cronaca sportiva per un giornale locale. Forza, determinazione, un po' di coraggio e dei consigli giusti mi hanno permesso di trasformare la passione in un lavoro.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.