Giornata Mondiale del Cane in Ufficio
LifestyleTendenze

Oggi è la Giornata Mondiale del Cane in Ufficio

Oggi, 26 giugno 2020, si celebra il “Take your dog to work day”, ovvero la Giornata Mondiale del Cane in Ufficio. Istituita nel 1996 nel Regno Unito grazie all’associazione Pet Sitters International, oggigiorno nel mondo sono sempre più le aziende pet-friendly, ovvero favorevoli alla compagnia dei cani al lavoro. In Italia non è ancora un’abitudine molto diffusa, ma portare il proprio amico a quattro zampe in ufficio, al posto di lasciarlo solo a casa per tutta la giornata, ha numerosi benefici. Scopriamo assieme quali.

La compagnia di un amico a quattro zampe allevia lo stress

Avere un amico a quattro zampe da coccolare e accarezzare in un gesto distratto, durante il lavoro, è senz’altro un ottimo anti-stress. Concedersi qualche secondo per accarezzare il cane è una buona distrazione con un effetto rilassante per il nostro corpo e rigenerante per la mente.

Un amico a quattro zampe in ufficio permette di vivere l’ambiente lavorativo con maggiore serenità e leggerezza. Gli animali, infatti, non hanno maschere, anzi, vivono i legami in maniera sincera e profonda. 

La Giornata Mondiale del Cane in Ufficio favorisce il team e la comunicazione

La presenza di un cane in ufficio aiuta le persone a dialogare tra loro, permettendo ai colleghi di conoscersi meglio. Inoltre, migliorando l’umore dei presenti, anche a livello lavorativo le persone saranno più stimolate e produttive.

Una ricerca scientifica dimostra che i dipendenti di un’azienda pet-friendly arrivino a stimare maggiormente il proprio lavoro e l’ambiente circostante.

Il cane in ufficio fa bene anche al fisico

Stare a contatto con il proprio cane anche in ufficio, permette di “staccare” la mente dal lavoro per qualche istante e di “riattaccare” con maggiore grinta. In più, fa diminuire il senso di colpa nel lasciarlo da solo in casa per tutto il giorno. 

Ultimo, ma non per importanza, tenere il cane in ufficio dà sollievo anche al nostro fisico e ai nostri muscoli. Il proprio amico a quattro zampe, infatti, ha bisogno di essere portato fuori e questo permette di sgranchire tutti i muscoli irrigiditi dallo stare troppo seduti davanti al computer.

Ovviamente, prima di imporre la presenza del cane nel proprio ambiente di lavoro, è bene assicurarsi che i colleghi siano d’accordo e che non crei dei disagi. Bisogna anche attrezzare l’ambiente per il proprio amico canino, con una cuccia, ciotole di cibo e acqua e qualche giochino per distrarlo.

Hiira

Lei è Hiira, il nostro cane in ufficio tutto l’anno!

Barbara Graneris
Nata a Torino, è giornalista, editor e scrittrice. Ha collaborato con alcune testate locali e pubblicato quattro romanzi d’amore. Ama leggere, la musica, Ed Sheeran, il sushi ed è una grande tifosa di calcio.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.