le alpi sono la catena montuosa più elevata d'italia

Inoltre, come richiamato sopra, le sezioni della catena poste a contorno della zona mediana, tipicamente meno elevate, sono chiamate Prealpi. Una speciale importanza per le Alpi ha il turismo associato agli sport invernali, ma anche il turismo degli amanti delle escursioni e delle arrampicate. Anzitutto, si suole distinguere una catena alpina principale, che corre lungo la linea spartiacque tra Europa centrale ed Europa meridionale. Attraverso il turismo di massa si creano posti di lavoro e introiti a livello regionale, e si può ridurre lo spopolamento delle aree montane. Queste tre grandi parti sono suddivise ulteriormente: Nel 2005 è stata presentata ufficialmente la classificazione SOIUSA, acronimo di Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino, allo scopo di uniformare le denominazioni utilizzate negli Stati dell'area alpina. Questa è stata anche l'attività che ha inaugurato lo sviluppo turistico delle Alpi. Le Alpi sono la catena montuosa più importante d'Europa[1], situata a cavallo dei confini di Italia, Francia, Svizzera, Liechtenstein, Germania, Austria, Slovenia e Ungheria. L'arco alpino italiano presenta 3 grandi archi concavi presso Cuneo, Varese e Udine e una parte convessa presso Verona. Le Alpi sono la catena montuosa più importante d'Europa, situate nell'Europa centrale a cavallo dei confini di Italia, Francia, Svizzera, Liechtenstein, Germania, Austria, Slovenia e Ungheria, separando l'Europa settentrionale da quella meridionale con lo stivale italiano. Le notevoli bellezze naturali delle Alpi sono infatti meta di un considerevole flusso turistico[9]: ogni anno vi si recano 120 milioni di visitatori[10]. Fuori della Svizzera vanno ricordati il Lago di Annecy e il Lago del Bourget in Francia, il Lago Atter in Austria, il Lago dell'Ammer, il Lago di Starnberg e il Lago di Chiem in Germania. Si estendono ad arco dal Colle di Cadibona (in Liguria) fino al confine con la Slovenia. Alla fine della Seconda guerra punica l'Italia Settentrionale divenne la provincia romana della Gallia Cisalpina. Essa inizia dalla congiunzione con gli Appennini ed arriva al Picco dei Tre Signori, per poi dividersi in due; da una parte prosegue verso nord-est e con le sue ultime propaggini giunge in prossimità di Vienna, mentre dall'altra parte prosegue verso sud-est giungendo sino al punto in cui si unisce alle Alpi Dinariche. Alcuni popoli mantennero una certa autonomia sotto l'impero romano e non furono inglobati in alcuna delle province, bensì mantennero un'amministrazione particolare: si tratta dei regni di Cozio e dei Graii. Le Alpi sono la catena montuosa più importante dell’Europa centro-meridionale, la loro estensione è di circa 200.000 kmq, sono lunghe circa 1000 km e larghe anche più di 300 km, sono estese non solo in Italia (26%), ma anche in Francia (25%), Svizzera (15%) e Austria (28%). Oltre a gruppi montuosi isolati o confinanti può racchiudere in sé più massicci montuosi. Le Alpi Apuane sono caratterizzate da vette aspre, versati ricchi di sentieri, rifugi e oltre 1300 grotte. Le lingue retoromanze o ladine (friulano, romancio e ladino dolomitico), poi, sono parlate solo (eccetto il friulano) nelle Alpi. Questo fenomeno si riscontra prevalentemente nelle Alpi italiane, anche a causa della loro estensione. Tutte queste autonomie locali cessarono con l'occupazione napoleonica dei vari stati e l'Ottocento vide l'affermarsi delle amministrazioni centralizzate in tutti gli stati alpini, forse esclusa la Svizzera. turismo di relax, attivo, di cura, culturale, ecc.). Nelle Alpi orientali, però, ci sono gruppi mo… Se ne segnalano almeno alcuni, in varie lingue. M. Carazzi, F. Lebrun, V. Prevot, S. Torresani, Per la suddivisione didattica: Enciclopedia Treccani, voce, Per la classificazione austro-tedesca delle Alpi Orientali: Autori vari, enciclopedia. Sono protestanti i cantoni svizzeri, escluso il Ticino, che è a maggioranza cattolica. I rilievi Modifica Le Alpi Modifica. Durante il Medioevo le Alpi furono una delle aree dell'Europa Occidentale meno toccate dal feudalesimo, in quanto il territorio non produceva abbastanza, oltre a quanto necessario alla famiglia del contadino o del pastore, per permettere di dare una parte del raccolto al feudatario. Le Alpi si dividono in due grandi sezioni: Alpi occidentali e Alpi orientali. Pianura Padana) e con essa anche la nevosità per effetto dell'altitudine. L'Himalaya, in Asia, è la catena montuosa che ospita le montagne più alte assieme al Karakorum, all'Hindu Kush, al Pamir e al Tian Shan. Nell'età del ferro, dai Reti e Camuni (Alpi Retiche), dai Veneti e Illiri (le Alpi Orientali), dai Celti delle culture di Hallstatt e La Tènè (il versante settentrionale). Le popolazioni alpine sono ormai fortemente dipendenti dal turismo di massa. Alcuni tratti della catena alpina sono detti "Prealpi"; si tratta dei rilievi montuosi periferici, tipicamente meno alti e posti a contorno della fascia mediana e più elevata delle Alpi. [29], Sono diffusi inoltre il cervo rosso (o cervo nobile), il capriolo e in qualche zona anche il daino, introdotto dall'uomo già in epoca medioevale. Di questi la maggior parte sono francofoni, germanofoni e italofoni. [1] Tipicamente una catena montuosa è formata da più gruppi montuosi o più massicci montuosi. Alpi da guinness: in questo articolo corredato da bellissime foto, trovate le 14 montagne più belle del Nord Italia. Per quanto riguarda la suddivisione del territorio alpino in sezioni, non esiste un unico criterio, universalmente accettato da tutti. Alpi dei Tauri occidentali L'idea delle Alpi come catena montuoso più importante d'Europa è un'opinione largamente condivisa a livello internazionale, e dunque presente in numerosi testi. Sesto Pompeo Festo nel suo Primo Libro attesta che il nome deriva da albus (bianco) che i Sabini pronunciavano alpus e indicava il colore sempre bianco della catena innevata anche durante la stagione estiva[12]. Il turismo alpino è però spesso concentrato solo in determinati territori, città o paesi. Valle d'Aosta e Trentino-Alto Adige). Inoltre le condizioni di lavoro legate al turismo offrono spesso prospettive limitate e non interessanti (orari di lavoro estremamente flessibili, compensi ridotti, elevata stagionalità). La metà più alta della Terra Rispetto alle dimensioni della Terra, anche le montagne più alte sono come minuscole rughe. Quanto alla religione, le Alpi sono prevalentemente cattoliche. Le Alpi sono la catena montuosa più importante d'Europa, situata a cavallo dei confini di Italia, Francia, Svizzera, Liechtenstein, Germania, Austria, Slovenia e Ungheria. Le Alpi australiane sono la più elevata catena montuosa dell'Australia.Sono situate nel sud-est dell'Australia, tra gli Stati del Nuovo Galles del Sud e di Victoria; costituiscono l'unico sistema montuoso australiano ad ospitare cime superiori ai 2000 metri, che risultano innevate in inverno.. La storia della colonizzazione delle Alpi ebbe inizio con la fine dell'ultima glaciazione (circa 15.000 anni fa), quando la fusione dei ghiacci incominciò a rendere abitabili vaste zone vergini. in Francia Chamonix, Courchevel, Tignes, Méribel, Morzine, Les Deux Alpes, ecc., in Svizzera Zermatt, Saas-Fee, Sankt Moritz, Wengen, Adelboden, Veysonnaz, Crans-Montana, Gstaad, Lenzerheide, Davos, ecc., in Austria Kitzbühel, Soelden, Schladming, Lienz, Flachau, Saalbach-Hinterglemm, Sankt Anton, Nassfeld-Pramollo, ecc., in Slovenia Kranjska Gora, Plezzo, Maribor, ecc., in Germania Garmisch-Partenkirchen, ecc. Abstract: e anche i fondi, dello stesso Stato da cui ci si vorrebbe separare». Sul versante settentrionale sono particolarmente importanti i laghi posti in territorio svizzero o sui suoi confini: il Lago Lemano (o di Ginevra), che con i suoi 580 km² è il più grande tra tutti i laghi alpini, il Lago di Costanza, il Lago di Neuchâtel, il Lago dei Quattro Cantoni (o di Lucerna), il Lago di Zurigo, il Lago di Thun e molti altri più piccoli. Le Alpi italiane sono la parte della catena montuosa alpina che si estende nel territorio italiano, su una lunghezza di circa 1 200 km ed una superficie di circa 51 941 km², pari al 27,3% della superficie totale delle Alpi, comprendendo circa una ventina di sezioni, raggruppate tradizionalmente in tre grandi settori: Alpi occidentali, centrali ed orientali. Si elencano i cinque settori, con la loro suddivisione nelle 36 sezioni: Sono diffuse anche le tradizionali classificazioni nazionali, che considerano soltanto la parte del sistema alpino ricadente nei vari territori nazionali e, a volte, le zone confinanti: Dalle Alpi nascono importanti fiumi europei, che vanno a lambire importanti città europee nelle loro rispettive pianure. I francesi chiamano Grenoble "Capitale delle Alpi" (Capitale des Alpes), gli austriaci chiamano Innsbruck "Capitale delle Alpi" (die Haupstadt der Alpen), mentre in Italia viene chiamata Torino "Capitale delle Alpi" (892 649 abitanti), sorgendo in una pianura posta direttamente ai piedi delle Alpi. APPENNINO, LA CATENA MONTUOSA PIU’ GRANDE D’ITALIA. In effetti i territori alpini non erano di alcun interesse economico per gli Stati della pianura, ma erano strategici su un piano militare. [35], Nel 2013 la popolazione totale delle Alpi era di 14 232 088 abitanti; con un'area considerata di 190 717 km² la densità media risultava di circa 74,6 abitanti/km².[36]. All'interno della catena è quindi possibile ritrovare porzioni del vecchio basamento cristallino, che costituisce il substrato dei depositi marini, affiorante in superficie. Le Alpi italiane, sono la parte della catena montuosa alpina che si estende nel territorio italiano, su una lunghezza di circa 1200 km. LE ALPI 2. Vengono pertanto riportati nei capitoli seguenti i punti di vista dei più diffusi criteri di suddivisione. La vetta più alta è il Monte Bianco; esso con i suoi quattromilacentottanta metri è la montagna più alta di tutta la catena … Le Alpi sono invece la catena montuosa con le cime più alte d'Europa. Per molte comunità alpine il turismo è diventato praticamente l'unica fonte di reddito (a scapito delle attività tradizionali, relegate a un ruolo marginale). Come solo nelle Alpi sono parlati alcuni dialetti tedeschi meridionali, come il Walser e il Cimbro. Il lupo è tornato sulle Alpi a partire dalle popolazioni appenniniche, raggiungendo intorno al 1990 le Alpi Occidentali[31] e dopo il 2000 anche le Alpi Centrali. In Francia il Parco nazionale della Vanoise, il Parco nazionale degli Écrins e il Parco nazionale del Mercantour. Con una lunghezza di 23 chilometri e uno spessore di 900 metri, il Ghiacciaio dell'Aletsch è stato il primo sito naturale dell'arco alpino, insieme a Jungfrau, Mönch, Eiger, Bietschhorn, a essere inserito tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. La Partizione delle Alpi è alla base di numerosissimi testi sulle Alpi, fino ai giorni d'oggi; alcuni testi recenti (2006-2007), la aggiornano, pur mantenendone i criteri fondamentali[21]. Negli ultimi decenni il turismo invernale ha però ceduto il passo alla sua variante estiva in numerose aree della catena montuosa. *La Regione Alpina *Le Alpi italiane si estendono per circa 1200 km in lunghezza e sono più aguzze degli Appennini perché sono di più recente formazione.

Alice Mail Personale, Il Ruolo Dell'insegnante Di Sostegno Pdf, Che Calciatore Sei Quiz, Noyz Narcos Canzoni, Aveva Un Bavero Duo Fasano, Coniugazione Verbo Spegnere Forma Passiva, Doctor Who Attori,

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.