Il premio nazionale è stato assegnato alla marchigiana Graziano Ricami, alla pugliese Fratelli Mastrototaro ed all’umbra Pagine Si!

ASTI – Sono la marchigiana Graziano Ricami, la pugliese Fratelli Mastrototaro e l’umbra Pagine Si! le aziende vincitrici dell’edizione del 2019 del premio nazionale “Impresa Etica” assegnato lo sc scorso fine settimana dall’associazione San Giuseppe Imprenditore. Un premio che ha il sostegno della Fondazione Cattolica Assicurazioni e della Congregazione degli Oblati, il cui evento finale si è tenuto ad Asti nel santuario di San Giuseppe, alla presenza del vescovo di Asti monsignor Marco Prastaro e delle autorità cittadine.

I tre massimi riconoscimenti sono stati assegnati alla Graziano Ricami di Venarotta (Ascoli Piceno), azienda fondata e guidata da Graziano Giordani insieme alla famiglia, specializzata nei ricami e negli accessori tessili per il settore fashion, che dà lavoro a 180 addetti in un territorio colpito dal terremoto, fornendo prodotti di eccezionale manifattura alle più grandi firme mondiali della moda. E’ stato premiato, inoltre, anche il Gruppo Mastrototaro di Bisceglie(Barletta) che, attraverso tre generazioni, oggi rappresentate dai fratelli Roberto, Giuliano e Mauro, ha costruito un gruppo attivo in diversi campi di attività manifatturiera, svolgendo un rilevante ruolo sociale nella promozione della cultura e dell’arte. Il riconoscimento è stato assegnato anche alla Pagine Sì! di Terni, condotta da Sauro Pellerucci, che partendo da un settore tradizionale come la stampa degli elenchi telefonici ha raggiunto l’eccellenza e fatturati importanti nel mercato della digitalizzazione.

Altri riconoscimenti sono stati assegnati alla cuneese Korban di Gai e Giuseppe Ferraro, impresa che sta rilanciando la produzione casearia tipica delle Langhe guardando all’espansione sui mercati internazionali, alla romana Kairos Rainbow di Salvatore Cortesini, che insieme al figlio Renato sta sviluppando l’attività deitrasporti refrigeratori qualificando migranti e profughi in autisti professionali, ed alla milanese Extravega di Antonio Rillosi, che produce pezzi unici di design e manufatti architettonici per i più importanti studi di architettura del mondo. La cooperativa sociale Nuovi Orizzonti, attiva nel settore dell’assistenza disabili, si è invece aggiudicata la prima edizione del premio intitolato a San Giuseppe Marello, fondatore della Congregazione degli Oblati di San Giuseppe. «Attraverso il premio stiamo individuando e coinvolgendo in tutta Italia gli imprenditori che ancora ritengono possibile fare buona economia rispettando le leggi di mercato e l’etica negli affari, in una stretta collaborazione con i loro dipendenti e con un vincente e solidale legame con il loro territorio», ha dichiarato durante la cerimonia di premiazione Lorenzo Orsenigo, fondatore e presidente dell’Asgi.

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.