Il libro-diario scritto da Pietro Tartamella raccoglie due anni di lavoro con i detenuti delle carceri di Saluzzo e di Torino

“La Stretta di mano e il cioccolatino” è un libro-diario che racconta l’esperienza di due anni di lavoro in carcere con il progetto europeo Parol, e raccoglie gli scritti, le poesie, i racconti, le riflessioni, gli haiku, i cut-up dei detenuti che hanno partecipato al progetto. Quello scritto da Pietro Tartamella ed edito da Giovane Holden Edizioni della Collana Cascina Macondo è un volume che mostra come è andato avanti Parol, cosa è successo, quali progressi, quali sconfitte, quali entusiasmi, quali delusioni, quali alleanze. L’autore si è inoltre avvalso della collaborazione di Anna Marìa Verrastro, Nagi Tartamèlla, Floriàn Lasne, Antonèlla Filippi e dei detenuti dei carceri “Rodolfo Morandi” di Saluzzo e “Lorusso – Cotugno” di Torino.

Un diario che diventa anche una fotografia. Una fotografia della nostra Italia. Si propone di far entrare il lettore nell’universo carcere piano piano e fargli vivere, pagina dopo pagina, quello chi ha partecipato al progetto ha vissuto. Il resoconto acquista valore di testimonianza e di utilità per tutti coloro che lavorano in carcere: dai direttori, agli agenti, alle amministrazioni penitenziarie, ai detenuti, ai cittadini liberi, e a coloro che si accingono a progettare percorsi europei nelle carceri.  Ma anche un valore letterario nel mostrare, attraverso gli scritti, i racconti, le poesie, gli haiku, i cut-up dei detenuti, quel mondo sconosciuto ai più che vive e palpita dietro le sbarre.

Nato a Camporeale, in provincia di Palermo, il 18 aprile 1948 l’autore del libro Pietro Tartamella ha trascorso l’infanzia a Ventimiglia. Dal 1970 vive a Torino dove ha frequentato il corso di Lingue e Letteratura Straniera alla facoltà di Lettere e Filosofia. Per protesta contro il mondo accademico e la concezione utilitaristica che la nostra società ha della cultura ha deliberatamente rinunciato al conseguimento della laurea a soli quattro esami dal suo raggiungimento. E’ stato fondatore nel 1990 con Anna Maria Verrastro, Beppe Finello, Massimo Lupotti, Marcella Pischedda di “Cascina Macondo Musicarteatro Culture Associate”. Inoltre è stato ospite del “Maurizio Costanzo Show”, di “Posto Pubblico nel Verde”. Ha scritto numerosi libri tra cui “I poeti de La Tenda”, “La Signora delle Ferrovie”, “Il paese di Whoon” e “Il circo e la strada”.

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.