Nel libro “L’artigiano della natura” si racconta la storia di Aristide Artusio e la sua scalata nel mondo dell’imprenditoria

Un venditore diventato capitano d’impresa. Il libro “L’artigiano della natura” racconta la storia imprenditoriale di Aristide Artusio. Coautore del lavoro è Adriano Moraglio, giornalista e scrittore specializzato nel racconto di storie di impresa e di imprenditoria. Il volume “L’artigiano della natura” è edito da Rubbentino, specializzato nella collana delle storie di impresa. Nato ad Alba nel 1956, Artusio è presidente della Witt Italia Group, l’azienda con sede a Poirino che dal 1970 trasforma gli elementi della natura in vere e proprie ricette di bellezza.

Prima di diventare imprenditore, Aristide Artusio ha svolto per 26 anni la professione di agente di commercio lavorando per aziende primarie in diverse settori, tra cui Montefarmaco, Farmitalia – Carlo Erba, Phas, Domenico Ulrich, Vestebene – Miroglio e Brummel. Diventato dirigente a 31 anni, nella veste di direttore commerciale ha quindi avuto modo di lavorare a stretto contatto con gli imprenditori. Piano piano è cresciuto in Artusio il desiderio di diventare un capitano d’impresa provando il grande salto alla prima importante occasione.

Da agente di commercio a capitano d’impresa

Da marzo del 2011 è quindi diventato il proprietario della Witt Italia, azienda poirinese specializzata nella detergenza ecologica e nella cosmesi naturale e nota per il suo direct marketing. Sei anni dopo ha quindi acquisito la storica Erboristeria Magentina. Con il brand Armonie di bellezza ha quindi dato vita ad un piccolo gruppo industriale che, oltre alla produzione, ha unito anche la gestione di un centro benessere, di punti vendita e di un micronido aziendale aperto alla popolazione. Con il marchio IAiAOH! si è quindi dedicato anche ai prodotti per l’igiene e la cura di cani, gatti e cavalli. Da imprenditore Aristide Artusio ha inoltre concluso gli studi laureandosi in management dell’informazione e della comunicazione aziendale alla scuola di ammistrazione aziendale di Torino.

Ho sempre fatto il venditore ma dopo tanti anni di frequentazioni di imprenditori – racconta l’imprenditore nel libro – mi è venuta voglia di diventare anch’io un capitano d’impresa. Il mondo ha appena girato il calendario: siamo nel 2000! Incontro un consulente con cui avevo lavorato quando ero alla Ulrich e poi alla Vestebene. Mi parla di un’azienda che fa detergenza ecologica e cosmesi naturale, pioniera in Italia del direct marketing, le vendite porta a porta. “Aristide, guarda che forse la stanno vendendo. Non eri tu che volevi metterti in proprio?” Non aspetto un momento. Telefono, chiedo un appuntamento, ma non spiego il motivo. Il proprietario, Vittorio Adaglio, mi dà udienza: “Lavoro per un’azienda del settore abbigliamento, ma… mi è giunta voce che stareste per vendere la vostra attività. Possiamo parlarne?”. Da lì è così partita la scalata di Aristide Artusio nel mondo dell’imprenditoria.

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.