L’incontro di martedì 5 novembre è organizzato dal Partito Democratico nell’aula Consigliare del Comune di Santena in piazza Martiri della Libertà

SANTENA, 5 novembre 2019 – Il distretto del cibo, la liberalizzazione dei caselli della tangenziale vicini a Santena, la realizzazione della circonvallazione di Carmagnola e l’ospedale unico. Sono i temi che verranno affrontati martedì, 5 novembre, a partire dalle 21 nell’incontro organizzato dal Partito Democratico della zona Chierese e Carmagnolese della Città Metropolitana Torinese nell’aula Consigliare del Comune di Santena in piazza Martiri della Libertà.

I relatori ed i temi in programma nell’incontro di Santena

A trattare queste tematiche saranno i consiglieri regionali Monica Casalis e Diego Sarno ed il consigliere metropolitano Claudio Martano. All’appuntamento parteciperanno inoltre anche tutti i Sindaci del territorio. L’ingresso è libero e aperto a tutti i cittadini.

Da ormai diverso tempo nelle zone del Chierese e del Carmagnolese della Città Metropolitana Torinese si discute dell’importanza della produzione territoriale di ortaggi, frutti, latticini e carni. Alimenti freschi e salutari che vengono coltivati da migliaia di aziende agricole che operano nell’area metropolitana torinese. Creare il Distretto del Cibo è infatti il primo passo per concretizzare i contenuti del Friday For Future a livello zonale, torinese e piemontese.

Diversi Comuni del territorio, tra cui Santena e Chieri, si sono infatti da tempo schierati contro la decisione del Ministero dei Trasporti di mantenere i pedaggi della tangenziale di Torino ai caselli di Santena e Trofarello. Diversi Comuni hanno infatti espresso la loro ferma contrarietà al mantenimento dei pedaggi rendendosi disponibili ad intraprendere tutte le azioni necessarie a liberalizzare dal pedaggio i caselli limitrofi della tangenziale.

Anche la realizzazione della circonvallazione di Carmagnola è una delle priorità portata avanti dai consiglieri regionali del Partito Democratico. Nell’incontro, inoltre, verrà fatto anche il punto sulla realizzazione del nuovo ospedale unico dell’Asl TO 5 che copre i territori di Chieri, Carmagnola, Moncalieri e Nichelino.

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.