Bastano tre minuti per conoscersi. Un format tutto nuovo per presentare il candidato sindaco

CHIERI, 16 marzo 2019 – Uno sguardo per capirsi, tre minuti per conoscersi. Mancano meno di tre mesi alle elezioni amministrative. Immaginate di essere in cabina elettorale. Davanti a voi tanti simboli. Ora pensate al momento in cui darete la vostra preferenza. Bene: quanto sapete del vostro candidato? Gli avete mai parlato? Avete mai potuto fare delle domande, a tu per tu,  a lui e a suoi sostenitori? Conosce il vostro nome? Vi sembrano domande inusuali? Eppure è quanto accadrà a Chieri, il 16 marzo, grazie a #SiChieri, il gruppo di cittadini che ha scelto le dinamiche dello “speed date” per presentare il proprio candidato sindaco ideale, Alessandro Sicchiero, con una serie di colloqui decisamente informali tra elettori, candidato e sostenitori. L’appuntamento è alle 17, al Caffè Letterario di via Vittorio Emanuele II, 1 a Chieri.

Dieci sostenitori e il candidato, incontreranno a rotazione altrettanti possibili elettori del territorio chierese. Seguirà aperitivo offerto da #Sichieri. In un mondo che, con l’avvento della rivoluzione tecnologica, rischia di diventare sempre più digitale e impersonale, in cui candidati e elettori si aspettano di essere raggiunti ovunque, in qualsiasi momento e attraverso qualsiasi dispositivo, è necessaria un’esperienza più personale – motiva Sicchiero che ha accettato di annunciare la propria candidatura con un momento di “gioco” – È necessario rendere tangibile la politica al di là degli slogan e si faccia sentire l’elettore maggiormente coinvolto e consapevole del proprio voto». Per questa ragione, il gruppo #SiChieri, composto in parte da membri del Partito Democratico, con esponenti di altre correnti del Centro Sinistra e cittadini chieresi senza schieramenti politici, per annunciare l’apertura del comitato elettorale di Sicchiero ha pensato di rompere gli schemi: «Sono partiti con l’affissione di manifesti provocatori in giro per la città – ripercorre Sicchiero – Frasi che alla prima lettura potessero anche un po’ “infastidire” e ora colloqui informali di tre minuti fra candidati e curiosi, all’ora dell’aperitivo, per presentarsi e conoscersi». Ognuno dei sostenitori indosserà una maglietta con una frase che lo rappresenta. Una volta terminata la serata, ogni partecipante indicherà sulla scheda, fornitagli a inizio gioco, le caratteristiche che gli sono rimaste più impresse: lo staff raccoglierà le schede e verificherà il reciproco gradimento tra i partecipanti.

Il modello è quello degli appuntamenti al buio per single dove, proprio come quando si cerca l’anima gemella, empatia, intuizione e istinto sono fattori fondamentali per creare una connessione reale con l’interlocutore e costruire la fiducia di voto. Dopo tre minuti di conversazione, il candidato dovrà alzarsi e passare all’elettore successivo, sperando di avere sfruttato al meglio la sua occasione. «L’obiettivo è distaccarsi delle classiche presentazioni di un candidato, dove chi presenzia sta seduto e ascolta senza che ci sia un reale scambio – spiegano gli organizzatori – La nostra idea di politica è fatta di comunicazione, interazione e partecipazione, supportate da un programma che guarda al futuro di Chieri,  perché amministrare è sopratutto una questione di responsabilità».

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.