Si parlerà di “Sicurezza e emergenza: perché è importante un sistema di protezione civile” il prossimo 14 gennaio, alle ore 20.45 presso l’Auditorium di via Folis, 9 di Pino Torinese

Una serata dedicata a comprendere come agire correttamente in caso di emergenza: dal 1° dicembre 2018 è infatti entrato in vigore il nuovo sistema di allertamento approvato a fine luglio dalla Regione Piemonte, che cambia in modo sostanziale le procedure con cui Città metropolitana, Province e Comuni informano le autorità di protezione civile e la popolazione sui rischi connessi alle criticità meteo e idrogeologiche.

Il sistema recepisce il nuovo Codice di Protezione Civile che dall’inizio del 2018 si è posto precisi obiettivi: 

  • il rafforzamento del Servizio nazionale per rendere più efficaci gli interventi urgenti;
  • l’introduzione di procedure più rapide per definire lo stato di emergenza;
  • il potenziamento della prevenzione mettendo ordine tra i diversi livelli di competenze;
  • il miglioramento del ruolo del volontariato e la predisposizione di modalità di comunicazione ai cittadini chiare, semplici ed efficaci.

Il sistema della protezione civile, organizzato secondo il principio di sussidiarietà a diversi livelli (nazionale, regionale, comunale), prevede che la prima risposta all’emergenza sia garantita a livello locale, dunque dal Comune, l’istituzione più vicina al cittadino e con la miglior conoscenza del territorio. 

Il sindaco, ovviamente, ha compiti e responsabilità precisi, sostenuto in questo dalla Giunta e da figure tecniche e operative. Il Comune di Pino Torinese da anni è dotato di un Piano di Protezione Civile, che si sta ulteriormente migliorando in funzione del nuovo Codice, soprattutto per quanto riguarda la previsione e la pianificazione del rischio e il coordinamento tra i diversi soggetti coinvolti.

Un ruolo fondamentale spetta anche al volontariato che deve essere composto da persone formate e competenti e avere una struttura ben organizzata e coordinata con la struttura comunale. A Pino vi è l’Associazione Antincendi Boschivi (AIB) che opera attivamente sia in fase di monitoraggio e prevenzione che di gestione delle emergenze che si verificano sul territorio, prevalentemente dovute a dissesti idrogeologici e a fenomeni metereologici intensi.

Ma anche i singoli cittadini sono chiamati in causa. In che senso? Per quanto banale possa sembrare, la miglior cosa che un cittadino può fare per tutelare se stesso, i propri cari e gli altri è attenersi alle indicazioni ricevute ma anche rimanere aggiornato sulle iniziative di prevenzione.

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.