Un cineforum in 4 puntate aperto a tutti per parlare di migrazioni con interventi di approfondimento nei Comuni di Chieri, Riva presso Chieri, Pecetto Torinese e Pino Torinese. 

Un cinema itinerante per raccontare le migrazioni. Parte il progetto CineMigrante. Quattro serate, dal 29 gennaio al 12 marzo, che hanno come tema conduttore i fenomeni migratori.

Un’occasione per parlare tramite il cinema di migrazioni in maniera diversa da quanto viene presentato dai mass media, voci comuni e paure diffuse, per raccontare la reale situazione vissuta dai migranti di oggi nel mondo e in Italia, fare riflettere sull’accoglienza, su storie, luoghi, ingiustizie, esistenze.

“Cinemigrante” è una proposta di “Via Scalabrini 3” l’Animazione Giovanile Interculturale dei Missionari Scalabriniani in Europa,  uno dei programmi di di ASCS Onlus (Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo).

L’idea nasce da un gruppo di giovani del chierese che negli anni ha partecipato al “Campo Io Ci Sto fra i migranti” nella provincia di Foggia. 

Il programma prevede quattro proiezioni alle 20.45 distribuite sui quattro Comuni:

“My name is Adil” – 29 gennaio 2019 – Chieri, Cinema Splendor, via XX Settembre 6 

Il viaggio di Adil: dal Marocco a Milano ripercorso durante il ritorno a casa. Interviene Andrea Pellezzer, regista

“Le vite accanto” – 15 febbraio 2019 – Riva presso Chieri, teatro comunale, piazza III Millennio 

Storie di migranti intorno ad un piccola casa di accoglienza in Puglia. Intervengono Dina Diurno, responsabile di “Casa speranza” e Luciano Toriello regista del documentario 

“La gabbia dorata” 28 febbraio 2019 – Pino Torinese, “Cinema Teatro Le Glicini”, Via Maria Cristina, 13 

Un viaggio con tre giovani migranti tra il Guatemala e gli USA. Interviene Padre René Manenti, missionario scalabriniano.

“Sangue verde” 12 marzo 2019 – Pecetto Torinese, Chiesa dei Batù, piazza Roma 

Il caporalato tra i raccoglitori di arance a Rosarno. Interviene il presidio di Libera “Rita Atria” di Chieri

“Cinemigrante” è organizzato con il patrocinio dell’Unità Pastorale 59 in collaborazione con i Comuni di Chieri, Pino Torinese, Pecetto Torinese e Riva Presso Chieri, il Presidio di Libera di Chieri “Rita Atria”, il Consorzio per i Servizi Socio Assistenziali del Chierese e alcuni Enti gestori dei CAS del chierese: La Contrada (Riva e Pino), TraMe (Chieri), Nemo (Pecetto e Poirino)

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.