“Lucania al Cinema” è un ciclo di tre proiezioni cinematografiche ad ingresso libero che si svolgeranno al cinema Splendor il 15, il 22 ed il 29 ottobre

CHIERI, 15 – 29 ottobre 2019 – Una rassegna cinematografica per scoprire meglio la Lucania, nome antico della regione della Basilicata. “Lucania al cinema” è un ciclo di tre proiezioni cinematografiche, ad ingresso libero, che si svolgeranno il martedì sera alle 21,15 al cinema Splendor di via XX Settembre. La kermesse è organizzata dall’Associazione Culturale Amici della Lucania in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia ed il Cinema Splendor.

La prima proiezione di “Lucania al Cinema” è in programma questa sera, martedì 15 ottobre

La rassegna cinematografica sarà aperta da “Ninfa plebea”. E’ un film del 1996 diretto da Lina Wertmuller tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Rea. L’opera cinematografica ha vinto anche l’edizione del 1993 del Premio Strega. Stefania Sandrelli interpreta infatti il ruolo di Nunziata madre di Miluzza, e Raoul Bova nei panni di Pietro.

Il film drammatico è una ricostruzione antropologica di un sud remoto. Il film, ambientato a Nofi, immaginario paesino a sud di Napoli, è stato girato tra la Puglia e la Basilicata. Spinazzola, Palazzo San Gervasio, Montemilone e Craco sono stati i paesi dove si sono concentrate le riprese.

La pellicola si è aggiudicata nel 1996 il prestigioso David di Donatello con Stefania Sandrelli “Miglior attrice non protagonista” e con Enrico Job come “Migliore scenografia”. Il film si è aggiudicato l’anno successivo anche il Nastro d’Argento a Gino Persico per i “Migliori costumi”.

“Mathera”, documentario sul capoluogo della Lucania

Martedì 22 ottobre, invece, sempre allo stesso orario verrà proiettato “Mathera”. Un documentario della durata di un’ora e mezza diretto da Giovanni Invernizzi. La pellicola racconta il riscatto e la rinascita del capoluogo lucano nell’anno di “Matera Capitale Europea della Cultura”. “Mathera” è un viaggio attraverso ricordi e aneddoti, dal remoto passato fino ai giorni nostri (nella foto una scena del documentario). Matera si trova al centro di un territorio estremamente dinamico dove tradizione, scienza e tecnologia consentono un viaggio tra il passato, il presente e il futuro dell’intera umanità. Il documentario propone una riflessione sulle bellezze e sulle potenzialità della città lucana rivelate dalle voci e dai volti dei suoi abitanti.

La rassegna cinematografica si concluderà il 29 ottobre

La rassegna cinematografica si concluderà quindi martedì 29 ottobre quando verrà proiettato “Vincenzo, il pastore lucano”. E’ un lungometraggio del 2019 diretto da Emanuele Di Leo. Tratto da una storia vera, il film racconta del viaggio di un pastore della Lucania a Roma per incontrare il Santo Padre. La storia è stata scritta da Massimo Privitero, attore lucano che veste anche i panni del protagonista.

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.