L'Arcolaio
Bambini e ragazziEventi

Le “Fiabe al telefono” lette ai bambini dal laboratorio teatrale L’Arcolaio

In un periodo di quarantene e limitazioni, si susseguono le idee per condividere l’isolamento e renderlo meno pesante. Un’interessante iniziativa è “Fiabe al telefono” rivolta ai bambini impossibilitati ad andare a scuola. La propone il laboratorio teatrale “L’Arcolaio” che ha sviluppato il progetto che prende il nome dall’omonimo libro di Gianni Rodari, di cui il 23 ottobre di quest’anno ricorrerà il centesimo anniversario dalla nascita. Ogni martedì e giovedì dalle 17 alle 19 sarà possibile chiamare il numero 3491884928 e ascoltare gratuitamente una fiaba al telefono. Le fiabe hanno una durata variabile dai 3 ai 6 minuti. Nel caso che si fosse persa una fiaba, invece, sarà possibile inviare un messaggio su Whatsapp e si verrà inseriti in un gruppo in cui sarà possibile ascoltare le registrazioni.

Le origini del laboratorio teatrale L’Arcolaio

Il laboratorio teatrale L’Arcolaio nasce nel 2018 dall’incontro tra le attrici Aurelia Cipollini e Marzia Quartini. Si tratta di un progetto ampio che spazia dalla messa in scena di spettacoli, letture ed attività laboratoriali e di formazione.

“L’Arcolaio – Fiabe Filate” è un filone del progetto che propone eventi che richiamano l’attenzione su tutto ciò che riguarda la tradizione orale. Per raggiungere questo scopo vengono utilizzate come tramite le fiabe delle tradizioni popolari mondiali. La fiaba porta con sé il peso di archetipi che accompagnano la storia di ciascuno. Resiste all’avanzare delle tecnologie, al cambiamento degli usi e dei costumi dei popoli di ogni cultura. Attraverso le fiabe, inoltre, L’Arcolaio intende placare lo stress emotivo caratteristico dell’età dell’esperienza, recuperare la tradizionale orale e sviluppare una poetica dell’incanto e dell’ascolto. Lo spettatore che partecipa a questo genere di spettacolo, infatti, decide di vivere un’esperienza che gli lascerà una traccia indelebile nella propria memoria emotiva e lo metterà al riparo dalla confusione quotidiana.

Corrado Cagliero
Senior Journalist. Inizio l'esperienza giornalistica nel 1999, all'età di 22 anni, scrivendo articoli di cronaca sportiva per un giornale locale. Forza, determinazione, un po' di coraggio e dei consigli giusti mi hanno permesso di trasformare la passione in un lavoro.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.