Coronavirus
Attualità e politicaCultura e spettacolo

Il Coronavirus annulla tutti gli eventi in Piemonte

Stop a tutti gli eventi in Piemonte dopo che è scattato l’allarme Coronavirus.  Da quando è approdato al Nord Italia, nel giro di pochi giorni ha messo in subbuglio e in allarme praticamente quasi tutta la popolazione. Ormai si sente parlare solo più del virus e del panico generato dalle tante notizie apparse sul web, della caccia alle mascherine e ai gel igienizzanti e degli scaffali dei supermercati saccheggiati.

Dopo la comparsa dei primi casi, la Regione Piemonte, così come altre regioni, ha deciso di prendere delle precauzioni per evitare ulteriori contagi. Oltre alle istruzioni sanitarie, si è deciso di annullare ogni tipo di evento sul territorio piemontese.

Il Coronavirus blocca il Carnevale

Almeno fino al 1° marzo, tutte le sfilate sono annullate. Niente maschere, coriandoli e carri allegorici. Il Coronavirus ha difatti bloccato una delle feste più divertenti dell’anno. Sui siti dei vari comuni sono apparsi i comunicati che annunciano l’annullamento degli eventi per il Martedì Grasso.

A Castelnuovo Don Bosco non ci sarà quindi la consueta distribuzione di polenta e salsiccia, mentre a Santena è cancellata la sfilata dei carri per le strade della città prevista per il 29 febbraio.

Nello scorso fine settimana, il Coronavirus ha annullato anche il famoso Carnevale di Rivoli, così come quello di Venezia.

Studenti a casa, incontri letterari e concerti rinviati

A causa del Coronavirus, in tutto il Piemonte i banchi di scuola, dall’asilo nido alle università, resteranno vuoti. Lezioni annullate, così come sono cancellati tutti gli eventi pubblici e privati che riguardano incontri letterari e convegni. Chiusi anche i musei, teatri e cinema, mentre i concerti sono rinviati.

Torino chiude e annulla tutti gli incontri previsti al Circolo dei Lettori, e il gruppo Feltrinelli ha fatto sapere di aver cancellato tutte le presentazioni con gli autori e i firmacopie previsti.

Anche a Chieri resteranno chiusi luoghi comunali come la Biblioteca Francone, la Sala Conceria, i centri giovanili e per anziani e la piscina.

Stop alle Messe, ai funerali e agli incontri sportivi

Per evitare un possibile contagio, la Regione Piemonte ieri sera ha aggiornato i provvedimenti da tenere. Se fino a domenica era sconsigliato lo scambio del segno della pace e di usare la boccetta d’acqua santa presente in chiesa, da oggi, invece, non verranno celebrate le Sante Messe. Persino i funerali si celebreranno all’aperto e alla sola presenza dei famigliari più stretti.

Le precauzioni da Coronavirus riguardano anche lo sport. Domenica 23 febbraio era stata annullata la partita di Seria A Torino-Parma, e bloccati tutti i campionati delle altre categorie e sport, compreso l’incontro di pallavolo del Fenera.

Ora si valuta l’ipotesi di effettuare gli allenamenti e le partite a porte chiuse, in modo da non rimandare ulteriori giornate di campionato.

La paura del Coronavirus aveva già bloccato il Festival dell’Oriente

La paura e la psicosi generate dal virus avevano già impattato la capitale piemontese la scorsa settimana, con il risultato di rinviare il Festival dell’Oriente previsto per il mese di marzo.

Il Festival dell’Oriente di Torino ogni anno raduna migliaia di persone per far assaporare loro il clima e i piatti orientali. Ma la paura di contrarre il Coronavirus, ancor prima che arrivasse ufficialmente in Italia, aveva già portato alla decisione di posticipare a data da destinarsi una delle fiere più attese del Piemonte.

Barbara Graneris
Nata a Torino, è giornalista, editor e scrittrice. Ha collaborato con alcune testate locali e pubblicato quattro romanzi d’amore. Ama leggere, la musica, Ed Sheeran, il sushi ed è una grande tifosa di calcio.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.