Grande Torino
EventiSport

Grande Torino: un flash mob per ricordare gli Invincibili

Settant’uno anni fa, lo schianto contro la Basilica di Superga ha spento il Grande Torino. Era la squadra degli Invincibili. La squadra che oltre a rappresentare la città di Torino, era il simbolo dell’Italia.
Ogni anno, i tifosi granata salgono al colle per rendere omaggio ai loro Campioni, ma a causa della pandemia, per la prima volta nella storia non sarà possibile. Ecco perché, nel pomeriggio, i social rendono onore al Grande Torino con un flash mob, mentre questa sera, la Mole si dipingerà di granata.

Il ricordo alla Basilica di Superga

Il 4 maggio del 1949, alle 17.03, l’aereo del Grande Torino, di ritorno da Lisbona, si schianta contro la Basilica. Nell’incidente persero la vita 31 persone: l’intera squadra, le riserve, i dirigenti, lo staff tecnico, l’equipaggio e i giornalisti che accompagnarono i granata in trasferta.
Soprannominati “Invincibili”, i granata vinsero cinque scudetti di fila, formando la Nazionale Italiana per dieci undicesimi. Erano il faro di speranza e rinascita dell’Italia del Secondo Dopoguerra.

Ogni anno, la squadra del Torino F.C. assieme ai tifosi si reca alla Basilica di Superga per la cerimonia di commemorazione del Grande Torino. Una santa messa, seguita dalla lettura da parte del capitano granata, dei nomi di coloro che hanno perso la vita nel tragico incidente.

L’omaggio virtuale al Grande Torino

Sarà quindi un quattro maggio diverso dal solito per i tifosi granata e per il mondo del calcio. Seppur distanti, i tifosi di tutto il mondo si riuniranno virtualmente per rendere omaggio agli Invincibili.
L’appuntamento è alle 16,30, sulla pagina Facebook del Torino F.C.: in diretta streaming, il cappellano del Toro, Don Robella, ufficerà la messa dallo stadio Filadelfia.

Alle 17,03 il via invece al flash mob. I tifosi di tutto il mondo sono invitati a esporre ai propri balconi e a sventolare bandiere, drappi e sciarpe, con in sottofondo il brano “Quel giorno di pioggia” dei Sensounico. Riempire i propri canali social con video e dirette, in modo da non dimenticare i campioni.

In serata, la Mole Antonelliana si illuminerà di granata. Una tradizione che si ripete dal 2016, e che è fortemente voluta dai tifosi, dalla città e dalla società di Urbano Cairo.

Barbara Graneris
Nata a Torino, è giornalista, editor e scrittrice. Ha collaborato con alcune testate locali e pubblicato quattro romanzi d’amore. Ama leggere, la musica, Ed Sheeran, il sushi ed è una grande tifosa di calcio.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.