La menta piperita nasce nel 1996 quando il botanico inglese John Ray scopre un esemplare di menta derivato da un incrocio di diverse varietà selvatiche

L’estate si avvicina e non c’è nulla di meglio che rinfrescare il proprio corpo con la menta piperita. Grazie al suo principio attivo, il mentolo, le foglie di questa pianta hanno straordinarie proprietà rinfrescanti, oltre che antisettiche. Ma guai a confonderla con la menta più classica: sapevate che la peppermint si distingue per un profumo molto più intenso?

La menta piperita regala una piacevole nota di freschezza agli ambienti della tua casa e prepara l’organismo all’arrivo dei mesi più caldi. La menta piperita nasce nel 1996 quando John Ray, botanico inglese, scopre un esemplare di menta mai visto prima, derivato da un incrocio naturale di diverse varietà selvatiche come Mentha rotundifolia e Mentha acquatica. La sua caratteristica principale era la concentrazione di mentolo: in questa particolare variante può raggiungere una percentuale del 55%, molto più alta rispetto a quella presente negli altri tipi di menta.

L’azione anestetica del mentolo provoca un’iniziale vasocostrizione sulle mucose e sulla pelle, seguita da una vasodilatazione, che rende meno sensibile la parte dolorante. L’estratto di menta piperita, inoltre, rappresenta anche un importante rimedio contro le cefalee e le emicranie di tipo intensivo, con una significativa riduzione del dolore. Applicata sulla fronte e sulle tempie, una soluzione di mentolo, allevia tutti i sintomi dell’emicrania come nausea, vomito e intolleranza alla luce e ai rumori.

La menta piperita, inoltre, ha forti proprietà antisettiche, antiparassitiche e germicide grazie al suo contenuto di polifenoli. Nota è anche la sua azione antilitica e alcuni studi hanno evidenziato anche la sua possibile capacità nella dissoluzione di calcoli nella cistifellea. Ha inoltre un’azione rinfrescante, decongestionante e fluidificante delle secrezioni dell’apparato respiratorio, pertanto viene utilizzata per curare il raffreddore, la febbre e la tosse. Nel campo della cosmesi, invece, questa tipologia di menta ha un’azione rinfrescante, tonica e purificante. La menta piperita, inoltre, viene utilizzata anche in cucina e per la produzione di bevande, liquori e prodotti dolciari.

Categories: Benessere

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.