Arte erotica
Cultura e spettacolo

Arte erotica: i quadri sensuali più famosi al mondo

“L’arte è tutta erotica” sosteneva Kustav Klimt. In fondo, i più grandi capolavori artistici della storia sono pieni di soggetti ritratti nudi. Dai dipinti della Cappella Sistina al David di Michelangelo, dall’arte greca all’arte classica. Per molti artisti, arte e sesso sono due lati della stessa medaglia.

Ecco perché anche i più grandi nomi dell’arte ne furono ammaliati. L’erotismo nelle loro opere è esplicito, spesso anche molto spinto. Vediamo insieme quali sono i quadri più sensuali.

“Venere d’Urbino” di Tiziano

Uno dei quadri che ispira erotismo è la Venere di Tiziano. Realizzata nel Cinquecento, l’artista rappresenta la dea nuda, distesa sul letto e con la mano a coprire il pube. Un gesto e uno sguardo altamente sensuali, che trasmettono il messaggio di qualcosa di proibito, poiché destinato solo al compagno della donna.

“Ercole e Onfale” di François Boucher

Arte
Anche nel Settecento, l’arte nudista a sfondo erotico era tra le più apprezzate e desiderate. L’artista francese François Boucher era noto per le sue opere senza veli. In Ercole e Onfale, il pittore dipinge i due amanti nudi, impegnati in uno dei loro momenti più intimi. L’aspetto erotico traspare dal modo in cui la coppia si bacia e soprattutto da come lui stringe il seno di lei.

L’arte erotica in “I due amanti” di Giulio Romano

Giulio Romano fu allievo e collaboratore di Raffaello. Architetto e artista, realizzò delle vere e proprie vignette pornografiche. Lo scopo era di mostrare tutti i modi per fare del sesso. Costretto a “contenere” i dettagli, Giulio Romano fece comunque dell’erotismo una delle sue chiavi artistiche. In I due amanti dipinge desiderio e perversione. I due giovani sono sul letto, intenti con dei preliminari, mentre vengono spiati da un’anziana curiosa.

“Il bacio” di Edvard Munch

ArtePer l’autore del celebre Urlo, l’amore è una forza divoratrice. Nella sua versione de Il bacio, Munch dipinge due amanti che si baciano davanti alla finestra, nascosti da una tenda. Se non fosse per alcuni tratti, sembrerebbe quasi che i due amanti siano un’unica cosa. I due soggetti si divorano con le labbra, frenetici e con estrema passione, dando quindi l’idea di non riuscire a separarsi. In questo modo, sembra che il loro bacio annienti entrambi.

L’arte erotica in “Il bacio a letto” di Henri de Toulouse-Lautrec

Un altro esempio di arte erotica e di bacio passionale è Il bacio a letto di Henri de Toulouse-Lautrec. L’artista francese di fine Ottocento è difatti famoso per la sua arte passionale. I suoi quadri mostrano attimi erotici intimi e privati, ma spesso anche nascosti. Molte delle sue opere, infatti, rappresentano la passione omosessuale.

“Danae” di Gustav Klimt

Gustav Klimt fu un grande disegnatore di scene erotiche e di autoerotismo. Tra le sue opere più celebri c’è Danae. Nel dipinto la donna è ritratta rannicchiata su se stessa, nuda e con l’espressione in estasi e gli occhi chiusi. Con una mano stringe un fazzoletto, in modo da contenere il piacere che invece si sta regalando con la mano sinistra, nascosta tra le cosce.

L’arte erotica in “Due figure con gatto” di Pablo Picasso

ArteAnche Pablo Picasso era affascinato dalla sfera sessuale ed erotica. A questo aspetto però, dedica solo gli ultimi anni della sua carriera. Realizzò delle raccolte di disegni e quadri erotici, di diverso stile e spesso controversi e altamente provocanti. Due figure con gatto ne è un chiaro esempio. In conclusione, per Picasso: “L’arte non è mai casta, e se è casta, non è arte.”

Barbara Graneris
Nata a Torino, è giornalista, editor e scrittrice. Ha collaborato con alcune testate locali e pubblicato quattro romanzi d’amore. Ama leggere, la musica, Ed Sheeran, il sushi ed è una grande tifosa di calcio.

You may also like

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.